Succede a Modena, Suggerimenti & Segnalazioni
Leave a comment

E dopo l’emergenza, ci rimbocchiamo le maniche!

L’alluvione che ha colpito la provincia di Modena domenica 19 gennaio, non ci lascia indifferenti.

Partecipiamo al dolore delle persone di tutta la bassa che hanno vissuto un’esperienza così drammatica. E siamo vicine ai familiari di Giuseppe Oberdan Salvioli, disperso nelle acque dell’alluvione, mentre prestava soccorso a chi era più in difficoltà di lui.

Ci interroghiamo sulle cause e ci domandiamo quante catastrofi ancora dovremo vedere e, purtroppo subire, prima che vengano intraprese politiche ambientali vere e sostenibili. E sorridiamo, per non piangere, delle nutrie chiamate in causa come causa del disastro.

Abbiamo letto delle perdite economiche per fabbriche e aziende agricole in un’area, che dopo il terremoto del 2012 viveva con difficoltà il momento storico di crisi e recessione, tanto raccontato sui media. Già i media, che questa volta sembrano proprio aver ignorato tutta l’acqua che ha trasformato la campagna fertile in un lago di fango torbido.

E abbiamo condiviso attraverso il web e i social media, le prime informazioni utili per le persone che avevano bisogno di aiuto, di un posto letto o di conoscere lo stato della viabilità. Presto, questa prima fase di emergenza finirà, lasciando il posto ad un periodo più lungo e difficile del ritorno alla normalità.

Da adesso in poi cosa possiamo fare? Facile, possiamo rimboccarci le maniche! Ecco la nostra piccola guida che si arricchirà giorno dopo giorno.

Divento volontario
Per chi intende ripulire case, aziende e stalle e mettersi a disposizione per il lavoro manuale di sgombero dei detriti o per lavori specifici come quelli  idraulici o elettrici, ci raccomandiamo: non improvvisatevi volontari con aiuti spontanei. Cercate le associazioni presenti ed attive sul territorio, e candidatevi attraverso loro.

Per Modena, vi segnaliamo il portale del volontariato modenese Volontariamo.
Anche se è presto per iniziare a dare il proprio contributo, tutti i riferimenti a cui rivolgersi per candidarsi sono già disponibili, qui.

Per chi abita vicino a Sassuolo potete comunicare la vostra disponibilità direttamente all’indirizzo mail:  segreteriasindaco@comune.sassuolo.mo.it e sarete chiamati dopo gli accordi che l’Amministrazione prenderà con la sala operativa della Provincia di Modena.

Dono beni di prima necessità
Per chi intende mettere a disposizione beni di prima necessità, bene! Ma cercate di contattere le varie associazioni cittadine che, coordinate dal Comune, si stanno attivando. Segnaliamo:

Punti raccolta a Modena e provincia da Emiliamo

Dono in denaro
Per chi intedente donare una somma di denaro, queste sono al momento le raccolte attivate:

Sassuolo
Conto Corrente IT27T0200867019000100984467
Intestato a Comune di Sassuolo con causale “Emergenza Alluvione”

Caritas Modena
E’ possibile usare i conti correnti sotto indicati, con la causale “Alluvione Bassa modenese gennaio 2014”

Banco Popolare Società Cooperativa srl – Sede Modena
Intestato a Arcidiocesi di Modena-Nonantola – Caritas diocesana
Corso Duomo 34 – 41121 Modena
IBAN: IT 25 X 05034 12900 000000004682

Emiliamo
IBAN: IT37L05387129260000002098832
Intestato a Comitato Emiliamo con causale “Donazione a favore delle persone terremotate / alluvionate”

 

Per il momento la lista finisce qui, ma vista l’entità dei danni, siamo sicure che sarà destinata a diventare più ricca. Saranno altre le iniziative che si aggiungeranno per aiutare la nostra bassa a tornare più bella e forte di prima. L’unione fa la forza, no?

 

  GGDAlluvione1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *