Latest Posts

Comunità_Digitaly_GGD

Comunità digitali a rapporto. E nove proposte “smart” per le nostre città

Settembre è il mese in cui, di ritorno dalle vacanze, ricominciano routine e attività quotidiane. Ma è anche il mese dei buoni propositi, con nuovi inizi annessi: ancora più bello quindi, che all’interno del tradizionalissimo Festival dell’Unità di Ponte Alto, quest’anno abbia luogo un incontro dedicato alle nostre care Comunità digitali, di cui vi vigliamo parlare.

Read More

Musica per le mie orecchie! Il mondo delle canzoni dopo internet nella #GGDModena8

Un po’ di date

Nel 1990 nasce il linguaggio HTML e un anno dopo inaugura il Word Wide Web. Da questo momento in poi, le nostre vite non sono state più le stesse. 

Se a questo calendario aggiungiamo

  • il 1999, l’anno di nascita di Napster, il primo sistema di file sharing di massa,
  • il 2001, l’anno in cui conosciamo l’ipod,
  • il 2007 l’anno in cui Steve Jobs presentò al mondo il primo iphone
  • e dal 2005 la diffusione sempre più massiccia dei social media,

abbiamo tutti gli elementi utili per comporre la nostra storia dedicata alla rivoluzione digitale della musica tra prima e dopo internet!

Musica Maestro!

Sì, Musica! Il tema della nostra #GGDModena8 è proprio dedicata alla seconda arte.

L’abbiamo pensata durante la scorsa edizione di San Remo, e suggestionate dalla Manifestazione più popolare dedicata alla Canzone italiana, abbiamo pensato che ci sarebbe stato tanto da dire e imparare su questo argomento:

come è cambiato per noi ascoltare musica dopo internet? E questa rivoluzione, come ha investito cantanti e gruppi nella produzione e soprattutto nella promozione della loro musica? Le etichette, le agenzie, le case discografiche come hanno affrontato questi “anni zero”? Come si preparano al futuro?

MySpace prima, SuondCloud, Spotify e Deezer oggi, sono solo alcuni mezzi che ci permettono di ascoltare i nostri gruppi e cantanti preferiti ovunque. E ci possono far scoprire nuove passioni, perche sono librerie praticamente infinite di risorse.

Ma sono strumenti efficaci anche per chi intende far conoscere le proprie produzioni al resto del mondo. Questi poi, trovano validi alleati nelle piattaforme di crowdfunding, come Kickstarter o Musicraiser, ampiamente usate anche in campo musicale.

In che modo e con che tasso di successo, lo scopriremo meglio con le nostre protagoniste ed esperte del mondo musicale.

Tutto sulla prossima #GGDmodena8

Il nostro evento dedicato alla musica sarà il prossimo 16 maggio alle ore 19.00 presso Hub in Villa di Formigine.

Dopo il bell’incontro dedicato a Donne e imprese creative dello scorso novembre, ci eravamo ripromesse di tornarci con un incontro in puro stile GGDModena con presentazione, ospiti e aperitivo! 🙂

Quindi puntuali all’Hub alle ore 19.00 e se vi fermate, il costo è di 5 Euro, tutto compreso! Che siginfica: cibo, bevande e musica!

Abbiamo detto ospiti?

Abbiamo la fortuna di poter ascoltare sia tecnici che lavorano dietro le quinte, che artiste con le loro storie ed esperienze “emblematiche”.

Elena del Rio, agente musicale, ci illustrerà:

  • chi è un agente musicale e di cosa si occupa
  • il panorama musicale in Europa con le differenze tra Paesi e mercati
  • il rapporto tra l’artista, case discografiche, uffici stampa e agenzie di comunicazione
Insieme alla voce del “settore privato” del management musicale,  avremo anche il punto di vista e l’esperienza di un importante e longevo servzio pubblico del Comune di Modena: il Centro Musica che dal lontano 1994 lavora per la produzione e promozione musicale giovanile. Ci racconterà cosa è cambiato nel lavoro e nell’opera degli artisti/ste con cui quodianamente vengono a contatto.
 E poi parola e – musica – ad alcune giovani artististe modenesi:
  • Marta
  • Pandorea Band
  • Duo Savigni

Un po’ di link utili

Trovi Elena del Rio su Medium, Twitter ed Instagram. Non parla di musica, ma soprattutto dei libri che legge a colazione: da seguire! 🙂

Il Centro Musica ha un sito e tanti account social: facebook, youtube, soundcloud e instagram!

Marta, è il soprannome da sempre di Martina Platone: ha 21 anni, è napoletana d’origine e modenese d’adozione. Nel Dicembre 2016 esce su bandcamp il primo ep “Primo Piano” e se se vuoi conoscere le sue produzioni trovi Marta su Instagram, Facebook, e Soundcloud.

 

Le Pandorea sono un gruppo interamente femminile nato nel 2015 con il debutto ufficale l’anno sucessivo in apertura delle Roipnol Witch. La band è formata da Sara Valenti, chitarra-cori, Ambra Pincelli, voce, Alice Nocetti, basso, Giulia Camellini, chitarra-cori e Nancy Luduena alla batteria. Le trovi su Facebook,

 

Il Duo Savigni è formato da Enrica e Laura Savigni. Suonano chitarra classica e fortepiano, originali del XIX secolo. Hanno un sito completo di storia, video e appuntamenti dove poterle seguire. Ma hanno anche una pagina facebook.

 

 

 

 

Vieni vero?

Sarà una serata speciale perchè per la prima volta nella storia dele nostre cenette, ascolteremo anche le produzioni delle nostre ospiti, ad eccezione di Elena che si occupa di cantanti, ma pare non canti: chissà! 😉

 

 

Contro la violenza contro le donne: insieme e solidali presso CNA Modena Impresa Donna

Verso il 25 novembre

Verso il 25 novembre, la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, CNA Modena Impresa Donna ha organizzato un incontro dal titolo  “Vietato morire, quando la violenza si scatena in rete”.

 

 

Un modo, insieme, per analizzare e capire il fenomeno della violenza, ben radicata e pericolosa,  che nel web nasce e prospera.

Soffermarci sull’analisi e sui dati locali, ha significato fare i conti con la propria quotidianità e il proprio prossimo, in nulla dissimile dalle realtà più lontane. Ma allo stesso tempo è stata l’occasione per capire in cosa le politiche e le azioni amnistrative del nostro territorio si stanno focalizzando per affronatere e prevenire brutalità e prepotenza contro le donne.

 

Chi c’era?

  • Giliana Gavioli, Presidente CNA Impresa Donna
  • Gian Carlo Muzzarelli, Sindaco di Modena
  • Stefania Gasparini, Assessore Istruzione Comune di Carpi
  • Barbara Bertoni, Girl Geek Dinners Modena

Eravamo quindi presenti anche noi con il nostro contributo sul tema. Oltre ad introdurre alla platea la nostra attività,  abbiamo descritto cosa succede nel web sul tema terribile della violenza sulle donne. Con qualche esempio ben illuminante abbiamo descritto il web non solo come un luogo ostaggio degli haters e dei bulli della tastiera, ma anche come un luogo in cui nascono e si diffondono iniziative a favore di una maggiore consapevolezza, una risorsa quindi per promuovere la parità di genere e prevenire la violenza.

 

L’intervento

Se sei curiosa o curioso di vedere l’intero intevento? Gli esempi sono organizzati in tre macroaree:

  • reti/enti
  • passaparola/buzzfeed
  • strumenti/app

Ecco la presentazione: buona lettura! 🙂

 

Cerchiamo di non dimenticarci di quanto, unite, si possa lavorare per migliorare le nostre vite: se è vero per l’ambito lavorativo, diventa ancora più valido e profondo nella sfera sociale. Ce l’ha insegnato l’hashtag #metoo.

Condividere è ciò che rende il web una rete e ciò che dobbiamo continuare a fare noi donne, qui e non solo.

Alla prossima cena, presto, allora! 😉

 

#GGDModena goes to Hub in Villa

Lo sapevate che a Formigine di Modena esiste, dallo scorso maggio, un nuovo servizio molto valido e molto utile? Si chiama Hub in Villa ed un coworking particolare: i coworkers e le cowokers, infatti, possono scegliere se frequentare lo spazio a pagamento con tariffa oraria, oppure gratuitamente per un periodo determinato, in cambio delle proprie competenze da offrire a chi ne ha bisogno.

Bello, vero?

 

L’Hub inoltre, è il centro, – non solo di nome- di tutto ciò che ha a che fare con il mondo dell’innovazione. Potete trovare:

  • la connessione wifi
  • una sala incontri
  • un spazio relax
  • il servizi di bockcrossing
  • lo sportello sulla mobilità giovanile in Europa
  • il punto sulla meditazione digitale con aventi ed attività per avvicinare le persone ai muovi media e alle tecnologie

 

Tra gli eventi, segnaliamo la rassegna Hub in Villa 2017. Web, social media e social network, Giovanie starup a cui siamo felici di partecipare! 🙂

Dal 18 ottobre al 29 novembre sono tanti incontri da non mancare! Inizia il 18 ottobre Stefania nelle vesti della protagonista del bel progetto My Modena Diary e racconterà la professione della travel blogger.

Poi l’8 novembre, ci siamo noi-noi con la Bibi sul tema – a lei caro 🙂 – del web come risorsa per donne ed imprese creative con spunti, dritte e storie esemplari.

Venite vero?

 

Cliccate parteciperò all’evento di facebook e ci vediamo in Hub! Preaparate domande e le vostre esperienze da condividere! 🙂

 

Salva

Vasco Rossi 40 anni di carriera in 40 canzoni: facciamo la nostra playlist?

“Cosa succede in città” il prossimo 1° luglio non abbiamo bisogno di scriverlo, ma possiamo partecipare a questo storico evento a modo nostro.

Come? Concentrandoci sulla musica! Vasco Rossi festeggia con la sua città 40 anni di musica, 40 anni di canzoni che hanno lasciato il segno nella storia di tutta la musica italiana.

Ma se ti chiedessero qual è la canzone di Vasco che a te, e solo a te, ti piace di più? Quella più speciale di tutte perchè legata ad un ricordo o momento unico ed irripetibile della tua vita? Quella che ti emoziona di più o che ti comunica le sensazioni più profonde?

Bene, questa domanda te la rivolgiamo noi:

qual è la canzone di Vasco che hai nel cuore?

Per renderti la scelta più facile, facciamo le 4 canzoni del cuore. Vogliamo creare insieme la classifica dei 40 brani più belli per la nostra città: #vascomodenaparkplaylist! 🙂

Ci aiuti?

Scrivi qui sotto nei commenti o nel nostro evento facebook, le tue 4 canzoni e vediamo domenica quali sono le nostre 40 canzoni preferite! 🙂

Condividi sui social  questa iniziativa usando l’hashtag #vascomodenaparkplaylist 🙂

Ri-Comincio da me. E dal Web! La nostra “ricetta” per la Fiera delle opportunità e del lavoro

Per l’edizione 2017 di Ri-Comincio da me, la Fiera delle opportunità e del lavoro che si è svolta dal 23 al 26 febbraio presso il Foro Boario a Modena, siamo state invitate pure noi.

 

Ri-Comincio da me, è un appuntamento ormai fisso nel calendario degli eventi modenesi e ha l’obiettivo di favorire l’incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro nella nostra regione grazie a numerose conferenze, seminari e workshop a cui le persone assistono e partecipano liberamente.

 

Domenica 26 all’interno della sezione Da dove comincio, anche noi abbiamo portato il nostro contributo.

 

Con un intervento dal titolo Ricomincio dal web, storie di donne ed imprese creative
ho raccontato alcune esperienze significative di donne “creative”, a cominciare da quella di noi GGDModena, a cui ne sono seguite altre, non solo belle ed avvincenti, ma utili a dimostrare come il web non sia solo il completamento di una attività o di un progetto imprenditoriale, ma parte integrante e decisivo potenziamento di essa.

Tra le mie “storie” preferite ci sono:
Lynda.com

Vendetta Uncinetta
Zelda was a Writer
Tiasmo

Ma la presentazione ne contiene anche tante altre! Se ti interessa conoscerle tutte, ecco le diapositive al completo:

 

E insieme ai racconti di impresa, non è mancata la riflessione sul termine e il significato di cretività, una dote e una risorsa che possiamo coltivare ed allenare con la conoscenza e il sapere:

 

Siamo creativi o creative, non se creiamo dal nulla, impossibile per noi, ma se abbiamo tanti strumenti e punti di vista diversi a nostra disposizione.

 

Qui all’uscita sono con la super socia GGDModena Stefania, che aveva appena concluso l’interessante presentazione sul suo bel progetto My Modena Diary ( lo conosci, vero? ) e la meravigliosa Titty di Instagramers Modena ( li segui, vero?) che ci aveva spiegato per bene perchè e come usare Instagram.

Geek e Felici! 🙂

 

 

 

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Quando il web “parla” delle donne: la #GGDModena7 è servita!

Cosa succede nel web quando si parla delle donne? Questa domanda semplice e precisa introduce il tema della prossima cena, dedicata alla nostra comunicazione.

Fino ad oggi, i nostri appuntamenti hanno trattato tanti e diversi argomenti, come il viaggio, il cibo, la sessualità, l’imprenditoria e il diritto, lo smart-working e il business plan. Con quest’ultimo, ci concentriamo su ciò che lega e condiziona sempre, ogni dinamica di relazione: la comunicazione, appunto.

E in particolare, la comunicazione delle donne nel web.

Chi parla, chi scrive, chi comunica, infatti, ha sempre bisogno di un pubblico – reale o immaginario che sia – al quale trasmettere il proprio contenuto. Vedremo come, dal modo di comunicare la donna alle donne, si possa contribuire a creare, condizionare, o modificarne l’immagine stessa nel web.

E dal momento che lo stesso contesto è parte importante di questo indispensabile processo di scambio, con due differenti interventi vorremmo approfondire due diversi ambiti delle nostre vite: quello privato/intimo e quello pubblico/sociale.

  • Come si comunica l’erotismo al femminile? Come si parla di desiderio e di piacere? Come si può scrivere di sesso in rete o in un blog?

  • Come si comunica una candidata e il suo programma? Al di là degli schieramenti politici, cosa è importante che una politica esprima e cosa si aspettano di ascoltare le elettrici?

Questi mondi sono lontani tra loro? Sono diversi, certo, ma non lontani, anzi, complementari e parte della nostra quotidianità.

Sono sempre numerose ed invadenti, infatti, le pubblicità con immagini di donne “esposte” come oggetto e merce, esse stesse. E la sconfitta di Hillary Clinton alle recenti elezioni presidenziali negli Stati Uniti d’America, ci fa pensare che questo non è ancora un mondo per donne, sia che si trovino all’interno delle mura domestiche che nella stanza dei bottoni.

Il linguaggio e la comunicazione derivano da una cultura maschile, vero. Ma ci sono, proprio in questo habitat, esempi che ci facciano ben sperare per il prossimo futuro? Casi esemplari di rottura con gli stereotipi? C’è chi pensa brillantemente in modo originale o “out of the box” per parafrasare l’immagine di copertina?

Il 20 gennaio usciamo di casa e dagli schemi per la nostra cena numero 7!
E saranno con noi:

Alessandra Farabegoli. Ha bisogno di presentazioni? Secondo noi, no!
Consulente ed esperta del mondo digitale, fondatrice di Digital Update e di Freelancecamp, è tra le 100 donne che quest’anno si sono distinte nel web secondo la classifica di Startupitalia. Da qualche anno anche responsabile della comunicazione di Ohhh, negozio virtuale dedicato ai giocattoli erotici e non solo. Come si può facilmente intuire, a lei è affidato il compito di portarci e introdurci nella sfera dell’intimità.

E lo farà insieme ad Annalisa Amadesi, psicologa, psicoterapeuta e sessuologa, collaboratrice del blog di Ohhh e, con loro, Elena ed Enrico, la coppia di titolari di questa insolita e atipica impresa: ascoltando la loro storia, vedremo in che modo le competenze strategiche e psicologiche siano state messe a servizio della loro comunicazione.

Per la parte dedicata alla comunicazione pubblica/politica ascolteremo il punto di vista e gli esempi di Elisabetta Ognibene, Art Director modenese, fondatrice di alcune agenzie di comunicazione che, senza esagerare, hanno fatto la storia dell’immagine di imprese ed enti pubblici, anche molto fuori i confini della nostra città.

Vi proporremo inoltre un intervento “a quattro mani” con Maura Corvace, che ha messo a servizio la sua formazione di designer della comunicazione per la politica e le persone impegnate in politica, partecipando alla realizzazione di diverse campagne elettorali su cui la intervisteremo direttamente.

Una serata così impaginata è imperdibile e ti aspettiamo dalle ore 18.30 a Carpi presso il Circolo culturale Appenappena che collabora con noi in questa avventura numero sette.

L’evento inizierà alle ore 19.00.
Seguirà un breve aperitivo con le speaker.
L’ingresso è riservato ai soci del circolo.
Per chi non lo frequenta abitualmente è prevista una tessera associativa giornaliera ad offerta libera.
L’iscrizione è obbligatoria e la potete fare a questo linki posti sono limitati.

Hai suggerimenti? Ti vengono in mente casi che potrebbero avere attinenza con ciò che abbiamo scritto? Proponi pure, qui o per mail: arricchiamo la serata di spunti e nuovi punti di vista!